La scuola che vorrei - anno secondo!

Sabato 31 maggio inaugura  ‘La scuola e la città: percorsi, riferimenti e spazi a misura di ragazzi’ un esercizio di architettura partecipata con la  Scuola Secondaria A. Manzoni di Udine.

Evento collaterale legato alle Giornate del Gioco, Udine

Sabato 31 maggio alle ore 12.15 nella centralissima piazza Garibaldi di Udine, alla presenza delle autorità e dei ragazzi della Scuola, verrà inaugurata la mostra conclusiva del laboratorio durato un intero anno scolastico concepito e organizzato dalle insegnanti Anna Pittino e Cosetta Calchetti, e da Laura Squeraroli e Michela Urban, mamme – architetto.

Il laboratorio ha coinvolto circa 75 alunni e ha riguardato lo studio e l’analisi di piazza Garibaldi - piazza sulla quale si inserisce l’edificio storico sede della scuola - e delle vie che i ragazzi percvorrono quotidianamente nei loro percorsi da e verso la scuola.

Lo spazio cittadino- si sa- è una dimensione formativa e il promuovere una città che miri al benessere dei bambini e degli adolescenti dovrebbe essere una priorità per ogni città che ambisca ad essere sana.E così a partire dalle immagini storiche della Udine di un tempo, affascinanti e bellissime, dei luoghi prossimi alla scuola i ragazzi sono andati alla scoperta della città scoprendo come le strade e le aree pubbliche della città siano diventate luogo esclusivo delle macchine, perdendo progressivamente la loro funzione di luoghi pubblici. Fino alla scelta estrema e paradossale: per potersi muovere con sicurezza tutti i cittadini si muovo in macchina, anche per distanze brevi, anche e soprattutto per accompagnare i bambini a scuola!

E la prima parte della mostra è una carrellata di quello che i ragazzi hanno documentato nei loro percorsi casa – scuola: un percorso a piedi è un’avventura. Marciapiedi occupati da auto in sosta, buche, segnali poco chiari. Ecco allora che agli alunni è stato chiesto di cimentarsi con delle proposte, dei suggerimenti per rendere la città più vivibile, praticabile,  comprensibile e sicura anche dai bambini più piccoli.

Il risultato? Coloratissimi progetti per la segnaletica orizzontale e per quella verticale e interessanti idee per l’arredo urbano della piazza. Ma non solo idee, anche rendering e plastici e vere e proprie tavole tecniche a raccontare i loro desideri che verranno consegnati all’amministrazione proprio nella giornata di sabato 31 maggio.E non è tutto …nel pomeriggio a partire dalle ore 16 la piazza - chiusa al traffico e alle macchine – ospiterà anche un allestimento – a costo zero! – pensato proprio dai ragazzi. Li affiancherannoanche due artisti, Luciano Luzzati e Marco Tomada che - grazie alla collaborazione con l’associazione udinese ArteKmZero – si esibiranno in una performance di arte urbana personalizzando con i loro segni e colori i cassonetti della NET: esempio di come anche gli oggetti più banali della città possano trasformarsi in stimoli visivi e intellettuali. 


 

P.Iva: 02631420300 | via Marco Volpe, 12 - 33100 Udine | Tel: +39 0432 1744144 | info@abitareedintorni.it | Credits